Lezioni
Quiz
Domande
Utenti

Lezioni di Scienze della Terra per la scuola primaria, secondaria e superiore

stelle

stelleGli studenti spesso confondono il concetto di luminosità delle stelle con la magnitudine, anche perché effettivamente alcuni libri di testo non aiutano a fugare i dubbi in materia. Ho quindi deciso di scrivere questi brevi appunti, con lo scopo di aiutare (spero!!!) tutti coloro che vogliano chiarirsi le idee.

Buco nero

Le stelle sono corpi celesti costituiti prevalentemente da idrogeno condensatosi da nebulose (nubi di gas e polveri) grazie all'attrazione gravitazionale. La condensazione si fa via via più intensa, causando un notevole aumento di temperatura, fino a decine di milioni di gradi centigradi.

Scopri l'universo e i corpi celesti con Celestia

Non è il titolo di un romanzo di fantascienza ma un invito ad utilizzare un programma stupendo di simulazione "celeste". Il programma si chiama Celestia, è quello che utilizzo per le mie animazioni ed è scaricabile all'indirizzo http://sourceforge.net/projects/celestia/

Stellarium un planetario virtuale

Vi siete mai chiesti se quel punto luminoso, un po' discosto dall'orizzonte, è una stella o un pianeta? Oppure se un particolare "disegno" formato da un gruppo di stelle è una costellazione oppure frutto della vostra immaginazione? Se avete risposto di sì, allora seguitemi in questo viaggio virtuale tra le stelle e i pianeti. Con pochi clic del vostro mouse, sarete in grado di avere a vostra disposizione un planetario virtuale ricco di sorprese.

logo stell

Il programma che vi propongo di utilizzare si chiama Stellarium, è gratuito ed open source, cioè viene fornito anche il file sorgente, se si sa programmare!
Andate sul sito italiano di Stellarium e scegliete la versione del programma adatta al vostro sistema operativo. Nell'esempio che vi propongo il programma è stato installato su Windows XP Professional.

Dopo aver cliccato sull'icona corrispondente il browser vi chiederà se volete installare direttamente il programma, oppure salvarlo sull'hard disk per installarlo in un secondo momento. Attenti: il file di installazione è abbastanza corposo. É preferibile avere un collegamento veloce, tipo ADSL, altrimenti preparatevi ad una lunga attesa.

Se scegliete di installarlo, subito dopo vi appare una schermata:

stell 01
Cliccate su Next.
La schermata con le condizioni d'uso
Leggete le condizioni di utilizzo e se siete d'accordo scegliete "I accept the agreement". Cliccate su Next.
La terza schermata di installazione
Il programma di installazione vi chiede in quale cartella volete installare Stellarium. Se non avete preferenze particolari potete tranquillamente lasciare quelle suggerite. Controllate piuttosto che lo spazio sul vostro hard disk sia sufficiente.
Cliccate su Next.
La schermata degli shortcut
Questa schermata vi chiede in quale cartella del menu Start inserire i tasti di scelta rapida per l'avvio del programma ed altre funzioni connesse ad esso. Lasciate pure le impostazioni predefinite e cliccate su Next.
Ora il programma vi avverte che è pronto per l'installazione secondo le vostre impostazioni. Se è tutto a posto potete cliccare su Install.
La schermata con le impostazioni di installazione
Il programma è stato finalmente installato su vostro PC. Togliete il segno di spunta da ViewREADME.rtf (un file di testo dedicato agli esperti) e cliccate su Finish.
Image
Se avete Windows, andate su Start - Tutti i programmi - Stellarium - Stellarium. Il programma si avvierà, dopo aver caricato tutti i suoi componenti.
Prima di utilizzarlo, però, dovete sistemare alcune impostazioni.
Le impostazioni delle coordinate geografiche

Andate in basso a sinistra e cliccate sull'icona a forma di chiave inglese: Finestra di configurazione.
Cliccate sulla linguetta "Località" per selezionare il luogo da cui fare le nostre osservazioni. Cliccate verso l'alto, per aumentare o verso il basso, per diminuire il valore di longitudine e latitudine desiderato. Se non conoscete le coordinate geografiche potete andare sul sito Atlas Query (anche se è in inglese è molto intuitivo).

Andate poi su Data & Ora per controllare l'orario delle osservazioni o per modificarlo. Quando avete finito cliccate sul simbolo quadrato in alto a destra.
(continua)

 

Giove

Testi di Martina Pesaresi, Ambra Agordati e Chiara Ragnini - Quinta B

Giove è un pianeta gassoso enorme, la cui massa è il doppio di quella di tutti i pianeti del sistema solare messi insieme. Orbita intorno al Sole per quasi 12 anni mentre l'elevata velocità di rotazione del pianeta intorno al proprio asse fa si che questo appaia schiacciato ai poli e che la durata di un giorno sia inferiore alle 10 ore. Possiede inoltre un forte campo magnetico, ma con i poli invertiti rispetto a quello terrestre.

Sole

Il Sole è una stella di medie dimensioni (una nana gialla), l'unica che possiamo studiare con una certa facilità grazie alla vicinanza alla Terra. Questo astro, composto di idrogeno ed elio, ha un diametro medio di 1,4 milioni di chilometri ed una massa pari a 745 volte quella di tutti i pianeti del Sistema Solare. La temperatura del nucleo si stima intorno ai 15 milioni di gradi centigradi, mentre in superficie la fotosfera fa registrare temperature più basse, intorno ai 6000°C.

La terza legge di Keplero ci dice che il quadrato del periodo di rivoluzione di un pianeta è proporzionale al cubo della distanza media di quel pianeta dal Sole.

In classe abbiamo voluto dimostrare la veridicità di questa legge mettendo prima in relazione i valori del periodo di rivoluzione e della distanza media degli otto pianeti del sistema solare (valori desunti da una ricerca su internet e su alcune enciclopedie).

Pubblicità

Benedetta Mangy ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Elena Armellini ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Loredana cellitti ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Altro

Altri stanno studiando...