Lezioni
Quiz
Domande
Utenti

Lezioni di Scienze della Terra per la scuola primaria, secondaria e superiore

rocce sedimentarie

Formazione delle rocce sedimentarie

Le rocce si disgregano e formano detriti. Le acque, il vento, i ghiacciai trasportano i detriti e li accumulano. I detriti depositati si chiamano sedimenti sciolti. Essi si accumulano nel tempo, quelli più antichi sotto, quelli più recenti sopra. In questa maniera vengono sottoposti a pressioni via via più elevate. L'acqua lentamente sfugge tra i detriti che così si compattano. Essa porta disciolti con sé dei sali minerali che, una volta rilasciati tra i detriti, li cementano e li trasformano così in rocce sedimentarie.

rocce metamorfiche

In geologia per metamorfismo si intende la trasformazione alla quale viene sottoposta una roccia preesistente per mezzo di una variazione delle condizioni ambientali. Tra le principali cause del metamorfismo si possono citare: aumento di temperatura, aumento di pressione, variazione dell'ambiente chimico.

Il metamorfismo si verifica ogniqualvolta i minerali di cui sono costituite le rocce si vengono a trovare in un ambiente che non gli permette di rimanere stabili: la trasformazione conduce ad una modificazione strutturale o chimica della roccia, fino al conseguimento di una nuova stabilità, di un nuovo stato di equilibrio. Quando si verificano delle trasformazioni chimiche, si tratta di reazioni che avvengono allo stato solido.

Per la classificazione delle rocce ignee, sia effusive (vulcaniche) che intrusive (plutoniche) si utilizza un diagramma particolare, costituito da un doppio triangolo equilatero con una base comune, detto diagramma di Streckeisen, dal nome del geologo che per primo lo ideò.

La temperatura della Terra aumenta di circa 30°C ogni chilometro di profondità. Nell'astenosfera, che è situata tra 100 e 250 chilometri circa, la temperatura è sufficientemente alta da far fondere la roccia: si ha quindi la formazione di magma.

Le rocce ignee o magmatiche

Le rocce magmatiche

Le rocce magmatiche erivano dal raffreddamento e dunque dalla solidificazione di un materiale fuso di composizione praticamente sempre silicatica, detto magma. I magmi possono raffreddare in profondità, all'interno della crosta, o in profondità limitata o addirittura fuoriuscire in superficie (lava).

Con il termine roccia, si intende generalmente un oggetto solido, di origine naturale, costituito da un aggregato di minerali. Di solito le rocce sono formate da almeno due minerali diversi; un'eccezione è costituita dal marmo, roccia di tipo metamorfico, formata quasi esclusivamente da calcite.
Esse vengono classificate in funzione di alcune caratteristiche:

  • tipo di minerali;
  • percentuali di minerali diversi che le compongono;
  • ambiente di formazione.

Generalità

Un minerale è una sostanza inorganica allo stato solido, di origine naturale, con una composizione chimica ben definita ed una struttura cristallina. Tutti i minerali hanno un’origine inorganica e molti di essi vengono generati da processi che sono indipendenti dagli organismi viventi. Fanno eccezione la calcite e l’aragonite (carbonato di calcio), minerale che forma i calcari. Il calcare è di solito sintetizzato dai coralli e dai molluschi bivalvi.

Per quanto riguarda l’origine naturale, è necessario che un minerale, per definizione, non sia prodotto artificialmente: le gemme sintetiche, tra cui i diamanti sintetici, non possono essere quindi definiti minerali, anche se possiedono una composizione chimica analoga ai corrispettivi minerali naturali.

I minerali sono composti da circa 88 elementi chimici diversi, combinati variamente. Dalla combinazione di questi elementi derivano circa 3500 minerali diversi. Quelli più abbondanti, tuttavia, sono solo otto: ossigeno, silicio, alluminio, ferro, calcio, sodio, potassio, magnesio. Essi sono alla base dei minerali più diffusi nella crosta terrestre: olivina, pirosseno, anfibolo, mica, minerali argillosi (fillosilicati), quarzo, feldspato, calcite e dolomite.

Morena Spremulli ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Giulio Robol ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Martina Minelli ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Altro