Lezioni
Quiz
Domande
Utenti
kiwi

Prova di laboratorio a scuola: estrazione DNA da un kiwi

Con la III D abbiamo estratto il DNA da un frutto, per la precisione da un kiwi. É una prova semplice e rapida, che può essere facilmente svolta anche a casa.

Per aiutare tutti coloro che vogliono ripetere questa esperienza abbiamo scritto la metodica, accompagnandola con le foto scattate in laboratorio.

Il materiale utilizzato è:

  • un kiwi abbastanza maturo
  • un sacchetto robusto di plastica (noi abbiamo utilizzato quelli per conservare i cibi nel congelatore)
  • sale da cucina (cloruro di sodio)
  • sapone liquido (per le mani o per i piatti)
  • tre pezzi di garza
  • alcool isopropilico (in alternativa si può usare l'alcool etilico per i liquori)
  • tre becher (in alternativa vanno bene anche piccoli bicchieri di vetro)
  • contagocce e bacchetta in vetro

Sbucciate il frutto e tagliatelo in piccoli pezzi.

sbucciamo il kiwi

Si sbuccia il kiwi. Attenti a non tagliarvi!

 

tagliamo il kiwi in piccoli pezzi

Tagliamo il kiwi in piccoli pezzi

 

Mettete il frutto nel sacchetto di plastica. Chiudete il sacchetto con un elastico oppure facendo un nodo sull'apertura; cercate di togliere prima tutta l'aria.

mettiamo il kiwi nel sacchetto

Mettiamo il kiwi nel sacchetto

 

Frantumate la polpa con le mani, per circa 2 minuti.

schiacciate il kiwi

Ora, mettendoci un po' di forza, schiacciamo bene la polpa

 

Intanto preparate una soluzione salina, mettendo un cucchiaino da tè di sale in 100 millilitri circa di acqua (mezzo bicchiere da cucina)

prepariamo la soluzione salina

Preparate la soluzione salina

 

Quando la polpa è stata ridotta in poltiglia, potete aggiungere 10 millilitri della soluzione salina; chiudete di nuovo il sacchetto e continuate a schiacciare la polpa per altri 5 minuti (il sale serve a separare il DNA dai carboidrati e dalle proteine).

si aggiunge la soluzione salina

Si aggiunge la soluzione salina

 

Nel frattempo preparate una soluzione con il sapone liquido (3-4 cucchiaini di sapone in 30 millilitri circa di acqua: mi raccomando mescolate senza sbattere, altrimenti produrrete troppa schiuma!)

Si prepara il sapone diluito

Si prepara il sapone diluito

 

Preparate anche la garza per la filtrazione, mettendo i tre strati sull'imboccatura di un bicchiere, fermando il tutto con l'elastico.

Si prepara il filtro con la garza

Si prepara il filtro con la garza

 

Ora potete filtrare la polpa.

Filtrate la polpa

Filtrate la polpa

 

Raccogliete il massimo volume di filtrato

Raccogliete il massimo volume di filtrato

 

Nel filtrato aggiungete 3 millilitri circa di sapone liquido diluito (serve a distruggere la membrana plasmatica e quella nucleare delle cellule vegetali). Mescolate delicatamente per circa 1 minuto.

Poi si deve aggiungere la soluzione saponosa

Poi si deve aggiungere la soluzione saponosa

 

Qui viene la fase forse più delicata: tenendo inclinato il contenitore con il filtrato, versate una quantità circa doppia, rispetto al filtrato, di alcool isopropilico, facendo attenzione a non mescolare i liquidi. Dovete cercare di formare due strati, dato che l'alcool è più leggero del miscuglio acquoso.Per ottenere buoni risultati tenete l'alcool in frigo per 12 ore circa, prima di utilizzarlo. Più è freddo, meglio è.

Siamo pronti per versare l'alcool

Siamo pronti per versare l'alcool: mi raccomando! Molto lentamente, senza mescolare!

 

L'alcool rende il DNA insolubile, che diventa quindi visibile.

Il DNA comincia ad essere visibile

Con un po' di pazienza, il DNA appare come una massa biancastra

 

Il DNA estratto, visto dall'alto

Il DNA estratto, visto dall'alto

 

Si può pescare con una bacchetta di vetro

Si può pescare con una bacchetta di vetro

4.5 1 1 1 1 1 Rating 4.50 (2 Votes)

Pubblicità

Federico Boccardi ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Franco Buscemi ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Altro

Altri stanno studiando...