Lezioni
Quiz
Domande
Utenti

Abbiamo uno strumento molto potente a disposizione, che ci permette di schematizzare i concetti appresi e, cosa più importante, di collegarli.

La mappa concettuale

Una mappa è essenzialmente una rappresentazione grafica che serve per comunicare delle informazioni.

Una mappa, perciò, deve riuscire a trasmettere informazioni chiare e dati utili.

Partendo da questi presupposti, è facile anche definire una mappa concettuale: essa non è altro che una rappresentazione grafica (un disegno schematico, un quadro riassuntivo) di un ragionamento che abbiamo fatto e che vogliamo comunicare agli altri, evidenziando almeno tre aspetti:

  • l'oggetto del nostro ragionamento;
  • i concetti che vogliamo evidenziare;
  • il percorso del ragionamento e i legami fra i concetti espressi.

La mappa concettuale è un ottimo strumento didattico perché “costringe” chi la prepara a riflettere sulle proprie conoscenze, a correlare le idee e i dati a disposizione, a sforzarsi di essere preciso e chiaro nella comunicazione.

Utilizzo didattico delle mappe concettuali

Possiamo usare le mappe sia durante la fase di studio (come progettazione del percorso di indagine da effettuare), sia al termine del percorso didattico (come schematizzazione delle conoscenze acquisite).

Nel primo caso gli alunni (collettivamente, a gruppi o individualmente) preparano una prima mappa che serve per proporre le direzioni della ricerca, i concetti da sviluppare, i punti da toccare nello studio dello specifico argomento.

In questa fase la mappa è indicativa di "quanto già si sa".

Nel secondo caso, al termine della ricerca, l'argomento, ormai indagato e conosciuto, viene presentato attraverso la mappa in modo più completo ed esauriente, sottolineando legami e concetti che, inizialmente, non erano evidenti o conosciuti.

In questa seconda fase la mappa è indicativa di "ciò che si è appreso" e del percorso conoscitivo effettuato.

La mappa va intesa in senso dinamico e in prospettiva di sempre possibili miglioramenti e sviluppi: non deve essere considerata come un contenitore precostituito fatto di caselle da riempire e da collegare con delle frecce.

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Pubblicità

Elena Armellini ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Loredana cellitti ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Federico Boccardi ha esclamato Eureka!
...perchè da oggi è su Scienze a Scuola!
Altro

Altri stanno studiando...